CHIANCIANO TERME (SI) – Tra una settimana esatta Chianciano Terme si vestirà di tricolore ospitando per la prima volta i Campionati Italiani Giovanili di ciclismo su strada per le categorie Allievi ed Esordienti maschi e femmine. Dopo tre anni a Boario Terme, altri tre a Comano Terme, sarà quest’anno la cittadina termale toscana, che quest’anno è anche Capitale Europea dello Sport, ad accogliere la colorata manifestazione con la speranza di iniziare un nuovo e fortunato ciclo.

È una delle manifestazioni più belle e attese di tutta la stagione, con il meglio del ciclismo giovanile italiano (ragazzi e ragazze dai 13 ai 16 anni provenienti da tutta Italia) che si ritrova per due giorni, nel weekend del 6-7 luglio, per contendersi le 6 maglie tricolori in palio. La Federazione Ciclistica Italiana, quest’anno, ha affidato l’organizzazione dell’evento al Team NPM che ha deciso di portare a Chianciano e sulle suggestive strade della Val d’Orcia e della Valdichiana la rassegna tricolore.

Nonostante qualche inghippo e difficoltà la macchina organizzativa è avviata come ci spiega il presidente del Team NPM Luca Pellegrini: “Siamo stati costretti a modificare i percorsi rispetto a quello che erano in occasione della prima presentazione. Ma la sostanza cambia poco. Diverse squadre hanno già avuto modo di provarli e hanno espresso il loro consenso. Posso dire che sono piaciuti molto. Questo ci gratifica molto”. Lunedì 1° luglio nella Sala Consiliare del Comune di Chianciano Terme si terrà la presentazione della manifestazione.

Imponente lo spiegamento di forze per garantire il massimo della sicurezza: “In gara ci saranno 15 motostaffette oltre alle solite auto al seguito. Avremo la presenza di mezzi e uomini della Polizia Stradale, della Polizia Locale di Chianciano Terme e Chiusi, della Finanza, dei Carabinieri, della Polizia Provinciale, oltre al nostro personale ASA e ai nostri volontari. Per essere tranquilli abbiamo deciso di rafforzare anche la presenza del personale medico con tre ambulanze al seguito e due medici. Mi piace sottolineare anche l’apporto che ci sarà dato dal punto di vista operativo da diverse società del Comitato Provinciale FCI di Arezzo anche se noi siamo di Siena. È una cosa che mi fa molto piacere perchè come ho sempre sostenuto questi sono sì i Campionati di Chianciano, ma sono i Campionati di tutta la Toscana”, aggiunge il presidente.

Al centro dell’evento, come deve essere, ci sono comunque i giovani ciclisti. “In accordo con la Federciclismo nella serata di sabato 6 luglio, dopo la sfilata dei Comitati, faremo un ritrovo dedicato a tutti gli atleti partecipanti in una sala conferenze con una lezione di una quarantina di minuti sul tema della sicurezza stradale e la FCI”, conclude Pellegrini e aggiunge: “È un evento che deve avere al centro i giovani e a loro deve lasciare un ricordo speciale nella loro esperienza di sportivi”.

fonte: www.bicitv.it